18 giugno 2015

Recensione: "La terra delle Storie - L'incantesimo del desiderio" di Chris Colfer

Finalmente è mio, il terzo capitolo della saga di Chris Colfer incentrata su tutte le fiabe che conosciamo, e per festeggiare questa pubblicazione, 18 giugno, ho deciso di recensirvi i primi due volumi di questa saga.
Oggi vi parlo dell'esordio di Chris Colfer, ovvero "L'incantesimo del desiderio", primo libro della saga.

Titolo: L'incantesimo del desiderio
Saga: La Terra delle Storie
Autore: Chris Colfer 
Trama:
Quando i gemelli Alex e Conner ricevono in regalo il libro La Terra delle storie per il loro dodicesimo compleanno, non sanno ancora quale incredibile avventura li aspetti. Il volume raccoglie le fiabe più famose, quelle che li hanno accompagnati per tutta l'infanzia. Nulla di speciale, all'apparenza. Presto però i ragazzi scoprono che si può entrare nelle pagine di questo magico libro e così si ritrovano tra Cenerentola, Biancaneve e gli altri. I personaggi delle fiabe che incontrano sono tutti cresciuti. Cappuccetto Rosso è diventata una regina, Riccioli d'Oro una criminale in fuga, Cenerentola aspetta un bambino... Alex e Conner vorrebbero tornare nel loro mondo, ma non è affatto semplice.
La mia recensione
E se all'improvviso quella terra che credevi frutto dell'immaginazione dei migliori scrittori del nostro mondo si rivelasse davanti ai tuoi occhi? Questo è quello che accade ai due gemelli Bailey, Alex e Conner non sono contenti della loro vita, il padre è morto e la madre non c'è mai perché lavora molto. Poi tutto si appresta a cambiare con il libro che la nonna a donato loro, un libro delle fiabe che misteriosamente prende vita ed attira i due ragazzi nella magica Terra delle Storie, un mondo in cui Cappuccetto Rosso è una regina, Riccioli d'Oro una ladra e Biancaneve, Cenerentola e molti altri personaggi delle fiabe che più amiamo vivono la loro vita.
Ricordo ancora il giorno in cui acquistai questo romanzo, ero andato nella piccola libreria del mio vecchio paese alla ricerca di un regalo di compleanno, ed improvvisamente nel reparto ragazzi mi trovo davanti ad un'illustrazione che subito mi lascia senza parole. L'ultima copia de "L'incantesimo del Desiderio" mi guardava in attesa di essere acquistata e sfogliata. Io, da bravo lettore, iniziai a leggere la trama per essere più sicuro su cosa fare, (perché mai giudicare un libro solo dalla copertina.) ed appena lessi che tutto girava attorno alle storie che mia madre mi raccontava prima di andare a letto capii che quel libro mi avrebbe stregato con la forza delle sue parole.
Poi era di Chris Colfer, insomma stiamo parlando dell'attore che interpretava Kurt nella serie televisiva Glee... quindi dovevo assolutamente leggerlo.
La Terra delle Storie è una saga che fin dalle prime pagine vuole cambiare finale a tutte le fiabe di cui parla, insomma non abbiamo mai sentito di Biancaneve che scende nelle segrete del castello per dire alla Regina, imprigionata, che sapeva che la vecchietta che le aveva donato la mela avvelenata era lei. Però è stato sia strano che un voler mettere in evidenza la bontà smisurata che alberga nel cuore della principessa.
Alex gridò: “Aspetti!” con le mani che le coprivano il volto, disse: “Glielo deve!”La strega tornò alla sua forma più piccola. “Glielo devo?” domandò.“Certo, non è così che funziona?” disse Alex. “Le ha dato un’idea, e ora lei deve ricompensarlo con un desiderio!”“Un desiderio?” chiese la strega.“Un desiderio?” chiese Conner.Alex annuì con decisione. La strega sbuffò.“Sì, l’Assemblea Felici e Contenti ha appena emanato una nuova legge” disse Alex improvvisando. “Tutte le streghe a cui vengono regalate delle buone idee devono ricambiare il favore esaudendo un desiderio”. 
Alex e Conner ormai sono nella Terra delle Storie, qui fanno amicizia con un uomo-rana, un personaggio davvero simpatico che mi ricordava molto l'accompagnatore di Geronimo Stilton quando andava nel Regno della Fantasia, ma quello è un altro libro. 
Iniziano dunque il loro cammino spinti sicuramente dalla curiosità di scoprire se tutto quello è reale o solo frutto della loro immaginazione, subito si imbatto in una casa fatta esclusivamente di dolci, e tutti noi sappiamo che cosa potrà mai succedere. Infatti ecco apparire una strega con una grande fame, i ragazzi però se la giocano abbastanza bene, vedi estratto sopra, i dialoghi buffi e divertenti rendono la lettura leggera nonostante l'imminente pericolo.
Era la prima visita che riceveva, e sapeva chi era anche senza guardare: poteva essere una persona sola.“Ciao, Biancaneve” disse la prigioniera con voce lieve.“Ciao, mia Matriga” rispose nervosa Biancaneve. “Spero che tu stia bene.”
Ma c'è qualcosa di molto più pericoloso di una semplice strega nella sua casa di dolciumi, la Regina Cattiva e scappata ed ha rubato il suo specchio.
Io sono, nella maggior parte dei casi, la persona che vede del buono e spera in un lieto fine per i cattivi, sopratutto in questo caso mi ha commosso molto la storia della Regina, perché in essa è contenuto tutto quello che ci spiega perché è diventata crudele. Molto bello davvero.
Perfetto anche il ritmo della narrazione, all'inizio lento, ma che più ci si addentra nella storia più diventa veloce, ciò rende scorrevole tutto quello che c'è scritto e fa apprezzare molto la lettura. E' infatti un vero piacere immergersi negli scritti di Colfer.
All'inizio potrebbe sembrare la solita rivisitazione delle fiabe, quindi il romanzo verrebbe automaticamente classificato nei libri per bambini giusto prima di andare a dormire, però nella sua semplicità la storia prende e l'autore è molto bravo a giocare sui dialoghi e su i punti di vista, che comunque sono di due bambini di dodici anni, quindi non c'è da aspettarsi chissà quali monologhi.
All'inizio del libro viene anche citata una frase di C.S Lewis che dice:
Un giorno sarai abbastanza vecchio  da ricominciare a leggere le fiabe.
Quindi è inutile tentare di smettere di sognare, le fiabe servono a questo, sognare. Credere in qualcosa di surreale ci farà vivere la vita con più leggerezza, perché qualsiasi potrebbe accadere e far cadere il nostro stile di vita e bisogna essere bravi a non cadere insieme ad esso.
Mi dispiace per non avervi recensito questo romanzo nel 2013, ma certe volte alcune storie sono così belle che ti mancano le parole per descriverle... oggi quelle parole sono emerse ed hanno voluto essere scritte di getto, senza troppi pensieri sulla struttura della recensione.
Amo questa saga e i suoi personaggi e pensare che sarà composta da solo 5 volumi mi rattrista, ma per il momento continuo a leggere il terzo volume "L'avvertimento dei Grimm".
Voto:
Ti è piaciuta la mia recensione?
Allora condividi sui social e non scordare di lasciare 
un commento come segno del tuo passaggio
 sul mio blog, sarò molto contento
di leggere il tuo pensiero su questo romanzo.

2 commenti:

Cecilia Attanasio ha detto...

Spero di procurarmi presto il terzo, è uscito giusto ieri :)

Muriomu ha detto...

sembra davvero carino, poi la cover induce molto in tentazione *-*

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...